Seleziona la tua lingua

8100 ingrid Drive, Elgin TX 78621 +1 (512) 772-1972 info@ewcmi.us Sun-Fri 10:00 - 16:00H CST

3dflags nld1 3

A white cup of aromatic coffee on a wooden table. Beautiful latte art.

Più pubblicazioni in italiano

In futuro saranno aggiunte più pubblicazioni in italiano. Vogliamo espandere la nostra offerta per offrire ai nostri lettori italiani una selezione più ampia di contenuti. Continuiamo a crescere e ci impegniamo a offrire un'esperienza di lettura arricchente per tutti coloro che scoprono le nostre pubblicazioni in italiano.

 

 

 

Categoria: Teologia italiana
Read Time: 4 mins
Visite: 158

Carisma: Un Concetto Distintivo

Credenze Cristiane Carismatiche

La credenza cristiana carismatica sostiene che i doni spirituali (dal greco charismata χάρισμα, da charis χάρις, grazia) dello Spirito Santo, come descritti nel Nuovo Testamento, siano accessibili attraverso il riempimento o il battesimo dello Spirito Santo, con o senza l'imposizione delle mani.

Questi doni spirituali si manifestano sotto forma di segni, miracoli e prodigi, compresi, ma non limitati a, parlare in lingue, interpretazione delle lingue, profezia, guarigione e discernimento degli spiriti. Sebbene i Pentecostali e i Carismatici condividano queste credenze, esistono delle differenze.

Differenze tra Pentecostali e CarismaticiRuach Hakodesh

Molti all'interno del movimento carismatico si sono deliberatamente distanziati dal Pentecostalismo per ragioni culturali e teologiche. La ragione teologica principale è la tendenza di molti Pentecostali a insistere sul fatto che parlare in lingue è sempre il primo segno fisico della ricezione del battesimo dello Spirito.

Sebbene gli insegnamenti specifici possano variare tra i gruppi, i Carismatici credono generalmente che il battesimo con lo Spirito Santo avvenga alla nuova nascita e preferiscono chiamare gli incontri successivi con lo Spirito Santo con altri nomi, come "essere riempiti". A differenza dei Pentecostali, i Carismatici tendono ad accettare una o tutte le esperienze soprannaturali, come la profezia, i miracoli, la guarigione o altre manifestazioni fisiche, come prova di essere stati battezzati o riempiti con lo Spirito Santo.

I Pentecostali si distinguono anche dal movimento carismatico in base allo stile, enfatizzando fortemente l'evangelizzazione e il lavoro missionario. I Carismatici, d'altra parte, vedono il loro movimento come un catalizzatore di rivitalizzazione, rinnovamento e crescita spirituale all'interno delle loro proprie tradizioni ecclesiastiche.

Punti di Vista Personali sul Movimento Neo-Carismatico

All'interno del movimento neo-carismatico, sostengo che si riceve lo Spirito Santo nel momento in cui una persona nasce di nuovo in Cristo. Il battesimo dello Spirito Santo, o in altre parole, l'effusione dei doni di grazia nella vita di una persona, può o non può seguire direttamente questa conversione.

1 Corinzi 2:12 (AMP) afferma in modo pertinente: "Ora non abbiamo ricevuto lo spirito [che appartiene] al mondo, ma lo [Spirito] Santo Che è di Dio, [dato a noi] affinché possiamo realizzare e comprendere e apprezzare i doni [della grazia e della benedizione divina così liberamente e generosamente] concessi a noi da Dio."

Questi doni spirituali non devono essere confusi con il dono dello Spirito. Il dono dello Spirito è stato concesso a tutti i credenti, e ogni membro della chiesa dovrebbe appropriarsi di questo dono. I doni dello Spirito, d'altra parte, sono distribuiti come Lui decide a ciascuna persona. È importante notare che questi doni non implicano necessariamente il dono della glossolalia (parlare in lingue). Lo Spirito di Dio dona liberamente ad ogni bisogno, capacità e comprensione.

1 Corinzi 12:10-11 (AMP) conferma: "A un altro l'opera dei miracoli, a un altro la visione profetica (il dono di interpretare la volontà e lo scopo divini); a un altro la capacità di discernere e distinguere tra [le parole dei veri] spiriti [e quelli falsi], a un altro vari tipi di [lingue sconosciute], a un altro la capacità di interpretare [tali] lingue. Tutti questi [doni, realizzazioni, capacità] sono ispirati e realizzati da un unico [Spirito] Santo, Che attribuisce a ogni persona individualmente [esattamente] come Lui sceglie."

In sintesi, la credenza carismatica rappresenta una comprensione polivalente e sfumata dell'opera dello Spirito Santo, celebrando la diversità dei doni spirituali e riconoscendo l'unicità delle esperienze e delle interpretazioni individuali. Invita all'unità e alla diversità all'interno della tradizione cristiana più ampia.

Categoria: Teologia italiana
Read Time: 3 mins
Visite: 153

Il Movimento Carismatico: Una Panoramica Storica

L'emergere del Pentecostalismo all'inizio del ventesimo secolo ha segnato un cambiamento significativo nella spiritualità cristiana. Caratterizzato da un'esperienza profonda e holyspiritbaptism1drammatica nota come il battesimo nello Spirito Santo, questo movimento ha sottolineato l'empowerment per una vita e un ministero cristiani devoti. Parlare in altre lingue ha servito come prova di aver ricevuto questo incontro divino. Prima del 1955, le peculiarità Pentecostali erano in gran parte marginalizzate dalle principali denominazioni religiose. Le espressioni aperte di tali visioni da parte del clero o dei membri della chiesa spesso portavano a una separazione volontaria o involontaria dalla propria denominazione stabilita. Tuttavia, il movimento carismatico, iniziando intorno alla metà del XX secolo, ha segnalato una inversione di questa tendenza. Coloro che erano influenzati dalla spiritualità Pentecostale hanno scelto di mantenere l'appartenenza alle loro denominazioni originali. La prima ondata di questa nuova marea fu avvertita all'interno della branca High Church della Chiesa Episcopale Americana. Spesso datato alla Pasqua del 1960, l'inizio del movimento carismatico può essere fatto risalire a Dennis Bennett, rettore della chiesa episcopale di St. Mark a Van Nuys, California. Il suo racconto pubblico della sua esperienza Pentecostale suscitò sia controversie che attenzione dei media, promuovendo una maggiore consapevolezza di questo movimento emergente. Il rinnovamento carismatico si espanse presto ad altre chiese principali, dove il clero iniziò a ricevere e condividere pubblicamente le loro esperienze Pentecostali. Le riunioni per i ricercatori e i servizi di guarigione, dove i malati erano pregati e unti, divennero pratiche comuni. Il Rinnovamento Carismatico Cattolico ebbe origine nel 1967 alla Duquesne University a Pittsburgh, Pennsylvania. Il termine "carismatico" fu coniato dal pastore luterano americano Harald Bredesen nel 1962 per descrivere il fenomeno che si stava svolgendo all'interno delle principali denominazioni protestanti. Confrontato con l'etichetta "neo-pentecostale", preferì definirlo come "il rinnovamento carismatico nelle chiese storiche". Curiosamente, sebbene i Pentecostali condividessero molte affinità dottrinali con gli evangelici piuttosto che con i cattolici romani o i protestanti principali, il movimento carismatico fu lento a guadagnare influenza tra le chiese evangeliche. Lo studioso C. Peter Wagner identifica la diffusione del movimento carismatico all'interno dell'evangelismo a partire circa dal 1985, definendolo come la "Terza Ondata dello Spirito Santo". Questo movimento trasformazionale rappresenta una ricca mescolanza di esperienze spirituali e prospettive teologiche. La sua storia e la sua influenza continuano a plasmare il cristianesimo contemporaneo, superando i confini denominazionali e arricchendo la vita dei credenti in varie tradizioni.

Il Movimento Carismatico ed EWCMI: Una Prospettiva Messianica

Il Movimento Carismatico, come delineato, rappresenta una trasformazione significativa nella spiritualità cristiana. La sua enfasi sull'empowerment personale, gli incontri divini, e l'unificazione attraverso le denominazioni ha avuto un profondo impatto su varie tradizioni di fede. Tra questi, Eagle Wings Charismatic Ministries International (EWCMI) si pone come testimonianza dell'intersezione del rinnovamento carismatico e dell'Ebraismo messianico.

Crowd celebrating christian gathering and new years eveEWCMI: Un Ministero Messianico Carismatico

EWCMI è radicato nei principi e nelle pratiche del Movimento Carismatico, abbracciando l'incontro dinamico con lo Spirito Santo tipificato dal parlare in lingue e altre manifestazioni spirituali. Tuttavia, va oltre le credenze carismatiche tradizionali, legandole all'Ebraismo messianico, creando una fusione teologica unica che onora e celebra sia l'eredità ebraica che quella cristiana.

Abbracciare l'Esperienza Carismatica

All'interno di EWCMI, l'esperienza carismatica non è semplicemente una posizione dottrinale, ma una realtà spirituale vissuta. I membri della comunità sono incoraggiati a cercare incontri personali con Dio, che conducono all'empowerment per il servizio, la lode e la vita cristiana quotidiana. L'esperienza del battesimo nello Spirito Santo è al centro di questa ricerca, alimentando una relazione viva e intima con Dio.

Collegare le Radici Cristiane ed Ebraiche

L'approccio di EWCMI alla spiritualità carismatica è arricchito da un profondo collegamento con le radici del cristianesimo. La celebrazione delle festività ebraiche, la preghiera in ebraico, e l'integrazione di altre pratiche ebraiche tradizionali nel culto e nella vita della comunità forniscono un contesto ricco per la crescita della fede e della comprensione.

 

Categoria: Teologia italiana
Read Time: 3 mins
Visite: 365

L'importanza del fondamento teologico nell'insegnamento pastorale: Una prospettiva completa

Introduzione

La teologia, lo studio del divino e delle credenze, pratiche ed esperienze religiose, è la spina dorsale di qualsiasi insegnamento religioso. Per un pastore, il fondamento teologico da cui insegna non è solo una questione di credenza personale, ma un principio guida che modella la vita spirituale della congregazione. Questo articolo esplora perché è essenziale per un pastore fornire questo fondamento teologico alla congregazione e l'importanza della preghiera, della preparazione e della sua disponibilità pubblica.

Parte I: L'importanza del fondamento teologico

1. Coerenza e chiarezza nell'insegnamento
  • Assicura che gli insegnamenti siano coerenti con le credenze fondamentali.

  • Fornisce un quadro chiaro per l'interpretazione e l'applicazione.

2. Integrità e autenticità personali
  • Favorisce l'integrità e l'autenticità.

  • Costruisce la fiducia nella guida spirituale.

3. Rilevanza culturale e contestuale
  • Assicura che la guida sia rilevante e significativa.

  • Riconosce le esigenze e le sfide uniche.

4. Favorire la crescita spirituale
  • Fornisce una mappa stradale per lo sviluppo spirituale.

  • Incoraggia un'esplorazione e un impegno più profondi.

5. Unità e costruzione della comunità
  • Favorisce l'unità all'interno della congregazione.

  • Evita divisioni e conflitti.

Parte II: L'imperativo della preghiera, della preparazione e della disponibilità pubblica

Preghiera: Ricerca della guida divina
  • Allinea le credenze teologiche con la volontà di Dio.

  • Apre il cuore e la mente alla rivelazione divina.

Preparazione: Creazione di un quadro riflessivo
  • Assicura una comprensione ben ponderata e completa.

  • Dimostra responsabilità e responsabilizzazione.

Disponibilità pubblica: Trasparenza e accessibilità
  • Favorisce la trasparenza e costruisce la fiducia.

  • Rende l'informazione accessibile a tutti.

  • Serve come risorsa educativa.

Conclusione

Il fondamento teologico da cui un pastore insegna è un aspetto vitale della leadership spirituale. Fornisce coerenza, favorisce l'integrità, assicura la rilevanza, promuove la crescita spirituale e costruisce la comunità. Il processo di definizione e condivisione di questo fondamento teologico è un compito sacro che richiede preghiera, preparazione e un impegno verso la disponibilità pubblica.

In un mondo in cui le prospettive e le interpretazioni individuali possono variare notevolmente, e la guida spirituale è spesso ricercata e scrutinata, questi principi servono come bussola, guidando sia il pastore che la congregazione verso una comprensione condivisa della loro fede. È il riflesso dell'impegno del pastore verso il benessere spirituale della comunità che serve, e una testimonianza della profonda responsabilità che accompagna la chiamata.

Comprendendo e articolando questo fondamento teologico, un pastore può guidare con chiarezza, autenticità e rilevanza, nutrendo una comunità di fede unita, impegnata e in crescita nel loro cammino spirituale. Sottolinea il ruolo multifaccettato che il fondamento teologico svolge nell'insegnamento pastorale, riflettendo la complessità e l'importanza del ruolo del pastore nella guida e nel nutrimento della comunità di fede.

Pagina 2 di 3

Note: EWCMI does not underwrite, support, and does not receive any payment from the advertisements at TuneIn.

Privacy Policy

GDPR Privacy Policy

(c) EWCMI 2009-2023 Terms of Use
All Donations, Seeds, and Tithes to Eagle Wings Charismatic Ministries International are tax deductible per the Internal Revenue Code 501(c)(3) Public Charity Status 170(b)(1)(A)(i) DLN 17053243329039
  Site Seal

Login